Download per uso personale di musica da fonti illecite: punibilità penale?

Recentemente i media hanno riportato alcune agenzie secondo le quali il download di musica da fonti illecite o di dubbia legalità per uso personale sarebbero punibili penalmente. In realtà la notizia riporta il parere di alcuni gruppi di interesse ma non sembrerebbe collimare con la posizione della dottrina maggioritaria. Infatti, sebbene non vi siano dubbi circa la punibilità della distribuzione di musica, il consumo personale di musica ottenuta presso fonti illecite non risulta punibile penalmente. Il principio giuridico alla base di questa affermazione è contenuto dalla locuzione latina "nullum crimen, nulla poena sine lege scripta", ovvero nessuna pena può essere comminata per un reato non espressamente previsto dal codice penale o da una legge speciale (detto anche "Analogieverbot"). Read More...

Copie digitali e diritti d'autore

Intervist apparsa sul "Corriere del Ticino" del novembre 2004, pag. 3 Copie digitali e diritti d'autore La legge che tutela il diritto d'autore è piuttosto complessa. Per dipanarla, il Corriere del Ticino ha intervistato il giurista Rocco Talleri di Lugano. Gli abbiamo chiesto di aiutarci a capire quali diritti spettano all'acquirente di un brano musicale originale. Talleri, il consumatore ha il diritto di masterizzarsi una copia "di backup" di un CD acquistato in negozio? Può travasarne una copia su audiocassetta per ascoltarselo sulla vecchia autoradio (o sul vecchio Walkman)? Read More...

Cenni storici: traccia delle puntate della trasmissione radiofonica il Sommergibile del 6 e 13 luglio 2004

Cenni storici La storia del diritto d’autore è strettamente legata agli sviluppi tecnologici che soprattutto negli ultimi decenni si sono susseguiti ad un ritmo impressionante. Già nell’antica Roma nessun diritto patrimoniale era riconosciuto agli autori di opere dell'ingegno, ma solo al librario o all'editore che aveva possesso del manoscritto. Era però riconosciuto però il plagio, il diritto di non pubblicare l'opera e il diritto di inedito. Una volta pubblicata (prima lettura in pubblico, o diffusione tramite manoscritto), i diritti attinevano alla cosa materiale che ne costituiva il supporto. La concezione odierna dei diritti d’autore nasce poco dopo l’invenzione di Johannes Gutenberg che nel 1440 ha introdotto un rivoluzionario metodo per la diffusione delle idee: la stampa. Read More...